La Tappezzeria di Venanzini - Bastia Umbra - Perugia
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button

La tappezzeria artigianale in Italia: dal Dopoguerra a oggi

  • Autore: mario venanzini
  • 17 lug, 2017
fabbriche di diversi colori

Quella della tappezzeria artigianale è un’arte antichissima, nata in Oriente già millenni addietro. In Italia la realizzazione di rivestimenti e tendaggi ha conosciuto il suo massimo sviluppo a partire dal Dopoguerra, epoca che ha visto la nascita di una rete capillare di tappezzerie artigiane spesso attive ancora oggi.

Ma come si è evoluta la tappezzeria artigianale italiana nel corso dei decenni? Ripercorriamo brevemente gli stili, i materiali e i colori che hanno caratterizzato i rivestimenti e le tende dagli anni Cinquanta a oggi.

Gli anni Cinquanta e Sessanta

Dopo il periodo oscuro della guerra, gli anni Cinquanta riscoprono l’ottimismo e la voglia di vita, che si riflette anche nella tappezzeria: i tessuti sono a grana grossa, materici, pensati per avvolgere e coccolare. Anche i colori esprimono positività e le tinte pastello , come il beige, il verde menta e il rosa pallido, invadono mobili e pareti.

Tutto ciò porta negli anni Sessanta a una vera e propria esplosione di colore. Complice anche la diffusione della Pop Art, il design di interni si tinge dei toni più psichedelici e contrastanti, come il verde, il giallo, il fucsia e l’arancio, ma anche il bianco e nero in versione optical per stili più minimalisti. Di gran moda anche le fantasie, per esempio righe e pois, e i tessuti bicolore abbinati alle materie plastiche.

Gli anni Settanta

Gli anni Settanta, reduci dell’esperienza hippie, sono un’epoca ricca di tendenze contrapposte nell’ambito della tappezzeria artigianale. Da un lato i fiori e i colori della terra, dal marrone al senape; dall’altro i motivi geometrici e i grigi, che richiamano l’atmosfera delle fabbriche. Impazzano anche i tessuti tramati, come la canapa e il lino.

Dagli anni Ottanta ai nostri giorni

Gli anni Ottanta e Novanta, infine, sono l’epoca del consumismo e del progresso tecnologico. Continua il trend dei toni pieni, come il giallo, il rosso, il verde e il blu, ma compaiono anche colori scurissimi per esigenze dark  e industrial più contemporanee.

Oggi le nostre case sono tornate a vestire i colori della terra, dai neutri come il tortora e il fango,  fino ai verdi e agli arancioni. Ma una cosa è certa: al di là delle mode, la tappezzeria di una casa deve soprattutto riflettere la personalità di chi la abita.
Proprio per questo, che si preferisca uno stile più anni Cinquanta o uno più contemporaneo, basta affidarsi a veri professionisti che conoscono e sanno interpretare ogni esigenza: veri professionisti come quelli della Tappezzeria Venanzini!
Autore: mario venanzini 17 ott, 2017

Installare una tenda da interno non è un’operazione dozzinale come a molti altri potrebbe apparire. Tutt’altro, se si desidera la piena efficienza di questi complementi d’arredo, è necessario prestare la massima attenzione alle operazioni di installazione.

Nel caso, invece, si affrontasse questo tipo di lavoro con superficialità, il contrappasso sarebbe costituito da inconvenienti di varia natura, che possono andare dall’inefficienza meccanica (la tenda non si apre e/o chiude bene) al deficit estetico o stilistico (sostegno orizzontale non in asse, tenda che tocca terra in uno dei due lembi o altro).

Pertanto, posto che il primo suggerimento che ci sentiamo di darvi è quello di demandare i lavori di installazione ad artigiani e professionisti di comprovata esperienza e capacità; abbiamo individuato alcuni suggerimenti di buon senso per facilitarvi la vita nell’installazione delle tende del vostro salotto, del bagno o di altre stanze della casa.
Autore: mario venanzini 07 set, 2017

La poltrona e il divano sono il simbolo per eccellenza dei momenti di relax dopo una giornata di lavoro. Purtroppo basta poco per rovinare il proprio angolo di pace sia dal punto di vista estetico: una bruciatura di sigaretta, un graffio o una macchia possono sembrare danni irreparabili.

Tuttavia rimediare è possibile, a patto di evitare il fai da te e rivolgersi piuttosto a tappezzieri professionisti. Meglio ancora scegliere una boutique artigianale, che grazie alla propria esperienza e alle tecniche tramandate di generazione in generazione, saprà riportare il rivestimento all’antico splendore. Rinnovare un divano o una poltrona infatti, richiede tecnica e precisione.
Affidarsi alle mani sbagliate può rovinare per sempre il rivestimento, costringendo a sostituirlo completamente!
Autore: mario venanzini 17 ago, 2017
Avete intenzione di rinnovare la vostra casa con una nuova tappezzeria, magari sostituendo le tende e i rivestimenti di divani e poltrone?
Se volete essere al passo con le ultime tendenze, ecco alcuni consigli sui colori e i tessuti più in voga per il 2017.
Autore: mario venanzini 17 lug, 2017

Quella della tappezzeria artigianale è un’arte antichissima, nata in Oriente già millenni addietro. In Italia la realizzazione di rivestimenti e tendaggi ha conosciuto il suo massimo sviluppo a partire dal Dopoguerra, epoca che ha visto la nascita di una rete capillare di tappezzerie artigiane spesso attive ancora oggi.

Ma come si è evoluta la tappezzeria artigianale italiana nel corso dei decenni? Ripercorriamo brevemente gli stili, i materiali e i colori che hanno caratterizzato i rivestimenti e le tende dagli anni Cinquanta a oggi.
Share by: