La Tappezzeria di Venanzini - Bastia Umbra - Perugia
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button

La tappezzeria artigianale in Italia: dal Dopoguerra a oggi

  • Autore: mario venanzini
  • 17 lug, 2017
fabbriche di diversi colori

Quella della tappezzeria artigianale è un’arte antichissima, nata in Oriente già millenni addietro. In Italia la realizzazione di rivestimenti e tendaggi ha conosciuto il suo massimo sviluppo a partire dal Dopoguerra, epoca che ha visto la nascita di una rete capillare di tappezzerie artigiane spesso attive ancora oggi.

Ma come si è evoluta la tappezzeria artigianale italiana nel corso dei decenni? Ripercorriamo brevemente gli stili, i materiali e i colori che hanno caratterizzato i rivestimenti e le tende dagli anni Cinquanta a oggi.

Gli anni Cinquanta e Sessanta

Dopo il periodo oscuro della guerra, gli anni Cinquanta riscoprono l’ottimismo e la voglia di vita, che si riflette anche nella tappezzeria: i tessuti sono a grana grossa, materici, pensati per avvolgere e coccolare. Anche i colori esprimono positività e le tinte pastello , come il beige, il verde menta e il rosa pallido, invadono mobili e pareti.

Tutto ciò porta negli anni Sessanta a una vera e propria esplosione di colore. Complice anche la diffusione della Pop Art, il design di interni si tinge dei toni più psichedelici e contrastanti, come il verde, il giallo, il fucsia e l’arancio, ma anche il bianco e nero in versione optical per stili più minimalisti. Di gran moda anche le fantasie, per esempio righe e pois, e i tessuti bicolore abbinati alle materie plastiche.

Gli anni Settanta

Gli anni Settanta, reduci dell’esperienza hippie, sono un’epoca ricca di tendenze contrapposte nell’ambito della tappezzeria artigianale. Da un lato i fiori e i colori della terra, dal marrone al senape; dall’altro i motivi geometrici e i grigi, che richiamano l’atmosfera delle fabbriche. Impazzano anche i tessuti tramati, come la canapa e il lino.

Dagli anni Ottanta ai nostri giorni

Gli anni Ottanta e Novanta, infine, sono l’epoca del consumismo e del progresso tecnologico. Continua il trend dei toni pieni, come il giallo, il rosso, il verde e il blu, ma compaiono anche colori scurissimi per esigenze dark  e industrial più contemporanee.

Oggi le nostre case sono tornate a vestire i colori della terra, dai neutri come il tortora e il fango,  fino ai verdi e agli arancioni. Ma una cosa è certa: al di là delle mode, la tappezzeria di una casa deve soprattutto riflettere la personalità di chi la abita.
Proprio per questo, che si preferisca uno stile più anni Cinquanta o uno più contemporaneo, basta affidarsi a veri professionisti che conoscono e sanno interpretare ogni esigenza: veri professionisti come quelli della Tappezzeria Venanzini!
Autore: mario venanzini 17 ago, 2017
Avete intenzione di rinnovare la vostra casa con una nuova tappezzeria, magari sostituendo le tende e i rivestimenti di divani e poltrone?
Se volete essere al passo con le ultime tendenze, ecco alcuni consigli sui colori e i tessuti più in voga per il 2017.
Autore: mario venanzini 17 lug, 2017

Quella della tappezzeria artigianale è un’arte antichissima, nata in Oriente già millenni addietro. In Italia la realizzazione di rivestimenti e tendaggi ha conosciuto il suo massimo sviluppo a partire dal Dopoguerra, epoca che ha visto la nascita di una rete capillare di tappezzerie artigiane spesso attive ancora oggi.

Ma come si è evoluta la tappezzeria artigianale italiana nel corso dei decenni? Ripercorriamo brevemente gli stili, i materiali e i colori che hanno caratterizzato i rivestimenti e le tende dagli anni Cinquanta a oggi.
Share by: